Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. LEGGI L'INFORMATIVA ESTESA

Approvo
terzocapanno home Il Bagolaro a Forte Marghera, un mix di tradizione e sapori, aperto per cena da Mercoledì a Sabato e la Domenica a pranzo, menu' a base di Bollito & Lessi con una assortita scelta di salse e ottimi tortellini fatti con le nostre manine. Ambiente caldo ed accogliente per una cena in allegria. Prezzi popolari. Il Mercoledì e il Giovedì cene sul tema della tradizione.

NEXT EVENTS BAGOLARO

Nessun evento

Lab43 - for print, al Bagolaro

lab43In mostra al Bagolaro una collettiva del Laboratorio Libero 43, nato a Forte Marghera nel 2008. L'esperienza del laboratorio aperto, inteso come luogo di ricerca e di formazione era stata già vissuta e avviata da Paolo Fraternali, prima a Urbino presso l'Accademia Raffaello dal '90 al '99 con i corsi internazionali, poi a Fermignano con l'incisione a grande formato, presso lo studio di Pier Paolo Calzolari dal '93 al '95.
Insieme a Stefano Mancini il percorso continua con "Laboratorio Libero" nei suggestivi e attrezzati spazi alla corte della Miniera, Urbino, ampliandolo con la litografia su pietra, la lito-offset, fotolito e serigrafia.
I due a Venezia allestiscono un Laboratorio di Incisione d'Arte con metodologia atossica, negli spazi di Forte Marghera con Claudio Grassetti, Vanessa Milan, Tiziano Ciao e Valentina Martini.L'esperienza dell'atossico, si sviluppa nel 2011 dalla necessità di creare uno spazio alla portata di tutti, riducendo la tossicità e aumentando la coerenza nella protezione dell'ambiente e nella salvaguardia della salute sul lavoro. La Stampa d'Arte diventa fattibile per i bambini come per gli adulti più esperti. La sfida di questo cammino intrapreso, è di arrivare tramite nuove tecnologie contemporanee, all'esperienza che c'è stata tramandata dai grandi maestri. Cambiare i mezzi mantenendo gli stessi risultati.
L'obbiettivo di questo lavoro è quello di creare un contenitore al quale artisti, studenti e non, possono accedere utilizzando le attrezzature e tutte le risorse che vengono messe a disposizione. Un luogo d'incontro e confronto tra la realtà artistica di ognuno e quella collettiva. Un luogo aperto allo scambio e alle idee, un ambiente stimolante che produce ricchezza spirituale.Uno spazio che ripudia la sterilità e che propone iniziative e manifestazioni inerenti all'arte, nel senso più tradizionale del termine. Una bottega, dove le conoscenze di ognuno diventano patrimonio comune, ovvero un luogo di produzione e di apprendimento del mestiere artigianale.
Lo scopo del Laboratorio è quello di favorire la ricerca, gli approfondimenti e offrire aggiornamenti necessari a tutti gli artisti d'invenzione e in formazione, sull'originalità della Stampa d'Arte.
Un luogo di contaminazione che, in sintesi, genera estrema varietà creativa. La mostra Lab43 for print nasce per dare luce a questo aspetto. Questa è una collettiva che raccoglie e riunisce i lavori di tutti coloro che sono passati attraverso questa esperienza e che hanno maturato poetiche diverse e stili differenti. Una sorta di raccolta di opere che sono state pensate, generate, sofferte e risolte respirando il clima di un laboratorio libero. A testimonianza del fatto che collaborazione non significa necessariamente "simbiosi con l'altro": ogni artista, infatti, mantiene viva e indipendente la propria arte.
Diversi sono i fattori che concorrono nella creazione artistica: uno di questi è certamente il contesto entro il quale l'opera è stata pensata e prodotta. Poichè non basta essere bravissimi con il proprio mezzo comunicativo, occorre anche saper andare d'accordo e riuscire a dialogare con l'opera degli altri: questa è la vera essenza della collaborazione ed il senso profondo di un laboratorio aperto a tutti.