Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. LEGGI L'INFORMATIVA ESTESA

Approvo
terzocapanno home Il Bagolaro a Forte Marghera, un mix di tradizione e sapori, aperto per cena da Mercoledì a Sabato e la Domenica a pranzo, menu' a base di Bollito & Lessi con una assortita scelta di salse e ottimi tortellini fatti con le nostre manine. Ambiente caldo ed accogliente per una cena in allegria. Prezzi popolari. Il Mercoledì e il Giovedì cene sul tema della tradizione.

NEXT EVENTS BAGOLARO

Nessun evento

il RADICCHIO i sapori della tradizione al Bagolaro

CONTROVENTO facebook settwide radicchio
Ecco il secondo appuntamento con i sapori della tradizione: non poteva certo mancare il radicchio. Ecco quindi siamo qui a proporvi una cena dove il famoso vegetale la farà da padrona accompagnato da prodotti delle nostre terre. Vi aspetiamo al Bagolaro, a Forte Marghera, nei giorni di MERCOLEDI' 20 e GIOVEDI' 21.
Il classico menù a base di bollito sarà affiancato da questa proposta alla scoperta dei sapori della tradizione.
 
Per INFO e PRENOTAZIONI chiama il 345 01431100

Ecco Il menù della cena di radicchio
Antipasti:
crespella al tardivo su fonduta di Morlacco del Grappa
Radicchio in saor

Primi piatti:
ravioli al tardivo, montasio e gherigli di noci
zuppa di borlotti e radicchio

Secondi piatti:
quaglia "in tecia" con ripieno di radicchio rosso
bocconcini di vitello e radicchio

Contorni:
spadone brasato al vino rosso
tardivo al balsamico

Dolce:
Semifreddo al radicchio

25€ compreso il vino

BUON APPETITO!


UN FIA' DE LA ME TERA
di Alberto Matthew Albanese

Lontan da la me tera,
tra tanta zente
che no' gera la me zente,
solo,
co' 'l cuor desfà,
me consolavo
vardando le vetrine
iluminae.

Aria de Nadal,
festa par tuti,
ma no' par mi
lontan da la me casa,
lontan da la me tera.

Caminavo fiaco
in mezo a quela zente
indafarada e contenta
quando che l'ocio
el s'ha fermà de boto:
in te 'na vetrineta,
ben in mostra,
ghe gera un bel çestel
de radici rosso fogo.

Me son fermà… li go vardai…
no' me pareva vero.
Radici trevisani?…
Se me ga verto 'l cuor,
l'emossion la gera granda…

Sonava le campane,
gera Nadal, festa par tuti
e festa anca par mi
che più no' me sentivo
perso pa' 'l mondo.
Me tegneva compagnia
me confortava 'l cuor,
me dava contentessa
aver nel me disnar
un bel piatel
de radici trevisani:
un fià de la me tera.