Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. LEGGI L'INFORMATIVA ESTESA

Approvo
dispensa homeLA DISPENSA DEL FORTE è concepita come vetrina principale per i prodotti dei Forti. Una bottega permanente del consumo consapevole che propone prodotti alimentari e non, orientata alla qualità, alla descrizione della provenienza, dei criteri di produzione e di lavorazione. LA DISPENSA è un punto ristoro critico aperto dal martedì alla domenica in concomitanza con le mostre e gli eventi del programma “VIVILFORTE 2011”. All’interno di questo nuovo spazio si terranno presentazioni di libri, esposizioni fotografiche e di pittura; nell’ambito culinario verranno inoltre proposte degustazioni eno-gastronomiche di prodotti etici e di filiera corta. Buon Ristoro.

NEXT EVENTS DISPENSA

Nessun evento

Forte al Forte

 Controvento Cooperativa Sociale riapre la sua attività a Forte Marghera, in mostra per un mese negli spazi de La Dispensa un artista trevigiano: Paolo Forte.
 
Paolo Forte, Trevigiano 30enne, Artista dal 2006, in contatto lavorativo con gallerie di Venezia, Parigi, Roma e Berlino.
Tra queste, la C30 Contemporary Art Gallery di Udine, galleria con cui ha realizzato la Personale “Vanity Fair-No Interview”(2009), esposizione che ha fruttato tre importanti pubblicazioni su Repubblica e Vanity Fair. Altri lavori, come il un progetto artistico-pubblicitario con la “true carbon” di Treviso, gli sono valsi le pubblicazioni su Vogue, Cosmopolitan e altre riviste del settore.
 
"Paolo Forte è l’interprete di un’arte decisamente pescata nel bacino della pop Art. Paolo Forte, e qui passo a una provocazione,fa cose già viste. Già, chi non ha mai visto una caramella Rossana, una macchina Polaroid, una bottiglietta di acqua minerale, o una Vespa?
Il fatto è che Paolo Forte vi fa ri/vedere, iconizzandoli, oggetti e cose di uso comune che noi consumiamo, buttiamo, usiamo comunemente e costantemente.
Le caramelle Rossana, attraverso la cui carta trasparente rossa si guardava il mondo da piccoli, la minuscola Golia, da considerare le qualità nel chiamarla Golia.
Se il suo lavoro si fermasse a iconizzare immagini di culto, ad esempio i volti dell’Arte del ‘900, dal cinema alla cultura, il suo sarebbe un lavoro prezioso, ma poco interessante.
Quello che mi cattura è il suo accostare le caramelle a Maria Callas, la scatola del Monopoli, popolarissimo gioco di tutti, a icone esclusive e colte, elitarie: Blow Up di Antonioni, Pulp Fiction di Tarantino, Trainspotting. Il tutto con la stessa tecnica pittorica, in un mondo immaginario che rivisita il contemporaneo, non disdegnando attualizzazioni grafiche di temi pittorici rinascimentali.
Ogni opera è singola e unica.
E’ qui il ribaltamento e il distacco, non dalla Pop Art come tratto iconografico, ma dallo spirito degli anni ’60 della Pop Art che bandiva l’opera unica.
Abbiamo passato il 2000 e l’opera riprende la sua piena dignità di opera vera, unica, ironica, secca e pulita, snodata da ogni inutile tentativo di rendersi piaciona e ruffiana.
Infine un appunto nominativo.
I Latini usavano dire “Omen Nomen”, l’Uomo è il suo Nome.
Si chiama Paolo Forte. 
Fosse stato Paolo Scarso, per ragioni comprensibili, non l’avrei presentato."
 
 
Satiro, artista e vignettista de “Il Fatto Quotidiano”
 
Beppe Mora

Per una grande riapertura, ci vuole PAOLO FORTE

1252077205b.jpg

Per una grande riapertura, ci vuole una grandee mostra! Pertanto il 17 Ottobre La Dispensa del Forte riaprirrà i battenti proponendovi una mostra in stile pop-art, firmata PAOLO FORTE, un grande artista di origini trevigiane.

BIOGRAFIA ARTISTA:
 
Paolo Forte, Trevigiano 30enne, Artista Pop e Restauratore Italiano in piena attività e appassionato di fotografia, attento osservatore del mondo e di tutti i suoi dettagli. 
*Diploma di Maturità Artistica conseguita nel 2000 presso il Liceo Artistico Statale di Treviso. 
*Diploma di laurea in “operatore del Restauro” con specializzazione in dipinti murali, conseguita presso l’UIA di Venezia(Giudecca) nel 2004. 
*Nel 2006, partecipante e finalista alle prime due edizioni di “premioartelaguna”. 
*Dal 2006, in contatto lavorativo con gallerie di Venezia, Parigi, Roma e Berlino. Tra queste, la C30 Contemporary Art Gallery di Udine, galleria con cui ho realizzato la Personale “Vanity Fair-No Interview”(2009), esposizione che ha fruttato un discreto successo, guadagnando 3 importanti pubblicazioni su Repubblica e Vanity Fair. 
*Tra il 2011 e il 2012, realizzazione di un progetto artistico-pubblicitario con la “true carbon” di Treviso, ossia la “customizzazione” artistica di “gusci protettivi” per I-phone e simili. Operazione che ha riscosso nuovamente un discreto successo a livello nazionale, guadagnando le pubblicazioni su Vogue, Cosmopolitan e altre riviste del settore.